Informativa Privacy

Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03, La informiamo che:
• Per dati personali si intendono ai sensi della presente informativa:
1. quelli che avremo occasione di richiederLe nell’espletamento del nostro servizio;
2. quelli spontaneamente da Lei forniti tenendo presente che non vi è obbligo da parte Sua di fornirli.
• Titolare del trattamento è “Ordine degli Avvocati di Cremona”.
• I Suoi dati personali vengono da noi raccolti con la esclusiva finalità di svolgere la nostra attività e di fornire i nostri servizi nei Suoi confronti.
• Tali dati saranno conservati presso la nostra Società anche dopo la cessazione del Suo rapporto contrattuale.
• Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato anche con l’ausilio di strumenti elettronici ed informatici e saranno memorizzati su supporti informatici, su supporti cartacei e su ogni altro tipo di supporto idoneo, nel rispetto del Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza, Allegato B del D.Lgs. n. 196/2003.
• Il conferimento dei dati è facoltativo.
• L’eventuale mancata o errata comunicazione da parte Sua di una delle informazioni a noi necessarie, avrà come conseguenza l’impossibilità da parte nostra a procedere all’erogazione dei nostri servizi.
• Poiché la nostra Società, in qualità di titolare del trattamento dei Suoi dati personali potrà, inoltre, dover venire a conoscenza di dati definiti “sensibili” ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettera d), del D.Lgs. n. 196/2003 La invitiamo ad esprimerci il Suo consenso scritto al trattamento di tali dati personali, che sarà nostra cura effettuare esclusivamente nell’ambito di quanto indicato dalla vigente “Autorizzazione generale al trattamento dei dati sensibili nell’ambito del rapporto di lavoro” emanata dal Garante per la privacy. Le ricordiamo che per dati “sensibili” si intendono i dati personali idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico, sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute o la vita sessuale; i dati “giudiziari” sono quelli idonei a rivelare procedimenti e provvedimenti di natura giudiziaria.
• Suoi dati personali potranno essere:
1. comunicati e diffusi nell’espletamento del servizio da Lei richiesto;
2. comunicati e diffusi a soggetti esterni che operano in ausilio e per conto nostro;
3. messi a disposizione del nostro personale che frequenta, che collabora o che dovesse sostituire il titolare in caso di sua assenza.
• La informiamo inoltre che, relativamente ai Suoi dati personali, Lei ha la possibilità di esercitare tutti i diritti previsti dall’art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003, che alleghiamo in copia, affinché possa acquisirne piena conoscenza.
• I diritti di cui all’art. 7 sono esercitati con richiesta rivolta senza formalità al titolare o al responsabile, ove nominato, anche per tramite di un incaricato. Alla richiesta formulata sarà fornito idoneo riscontro senza ritardo.

NOTE:
1. Ogni richiesta può essere rinnovata, salva l'esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni.
2. I diritti riferiti ai dati personali di persone decedute possono essere esercitati da chiunque abbia interesse.
3. Nell'esercizio dei diritti, l'interessato può dare delega o procura scritta a persone fisiche o associazioni. In tal caso, la circostanza deve essere esplicitata ed è preferibile allegare fotocopia dell'atto stesso.
4. L’interessato deve dimostrare la propria identità, anche esibendo o allegando all’istanza una fotocopia del documento di riconoscimento (9, comma 4 D.Lgs. 196/2003).
5. Per ogni richiesta di cui all'art. 7, comma 3, del D.Lgs. 196/2003 (conferma dell'esistenza o meno di dati personali che riguardano l'interessato, anche se non ancora registrati; la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine; la comunicazione della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento) può essere chiesto all'interessato - ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano - un contributo spese, non eccedente i costi effettivamente sostenuti per la ricerca effettuata nel caso specifico. Il contributo non può comunque superare l’importo stabilito dal Garante con provvedimento a carattere generale. 
6. Restano ferme le norme sul segreto professionale degli esercenti la professione di giornalista, limitatamente alla fonte della notizia.

Decreto Legislativo n.196/2003, Art. 7 - Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti.
1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.